Come installare WordPress o altri CMS in locale con XAMPP

Perché lavorare in locale?

Molte persone preferiscono lavorare direttamente online in modo da evitare di fare un passaggio in più oltre ad eventuali problematica, ma impostare un ambiente di lavoro in loco permette diversi vantaggi.

  1. Potrete usarlo come copia di backup, oltre ad essere la scelta consigliata per qualsiasi aggiornamento della piattaforma, in modo da non avere brutte sorprese.
  2. Usarlo come ambiente di test, o semplicemente per esperimenti personali.
  3. In caso di assenza di una connessione internet per dei disservizi, potrete continuare a lavorare senza troppi problemi e portare avanti il vostro progetto.

Passiamo ai fatti

Quali scegliere?

Ci sono vari programmi che si possono utilizzare a seconda dell'OS utilizzato, MAMP (una volta utilizzabile solo per ambiente Mac, oggi anche Windows), Xampp (sia per sistemi Unix che Windows), Lamp (per ambienti linux), Wamp (per ambienti Windows). Oggi vedremo come impostare Xampp.

 

Primo passaggio

Download!

Cominciamo col recarci sul sito ufficiale e procedere al download per la piattaforma utilizzata.
Successivamente scaricate l'ultima versione del CMS che vi interessa. In caso di download WordPress date anche un occhiata hai consigli.

SIto ufficiale Xampp

Installazione

Al termine del download se avete scaricato l’installer di Xampp fatelo partire con un doppio click e seguite tutti i passaggi dell’installazione guidata.

In caso di ambiente Linux, recatevi nella cartella download e premete tasto destro del mouse sul programma installato, successivamente recatevi in Proprietà --- Autorizzazioni e assegnare i permessi 755. Una volta fatto, doppio click sull'installer e seguite l'installazione guidata. In caso di approfondimenti o problemi potete consultare la seguente wiki.

Per avviare il programma aprite il terminale e lanciate il seguente comando:

sudo /opt/lampp/xampp start

La gestione dei singoli componenti del vostro server di test è possibile dal pannello di controllo di XAMPP.
Nel pannello di controllo di XAMPP sono disponibili diversi pulsanti:

  • Config: permette l’installazione di XAMPP e dei suoi singoli componenti
  • Netstat: indica tutti i processi in esecuzione sul computer locale
  • Shell: apre la shell di UNIX
  • Explorer: apre la cartella di XAMPP su Windows
  • Services: mostra tutti i servizi in esecuzione in background
  • Help: offre link a forum di aiuto
  • Quit: chiude il pannello di controllo di XAMPP

Quello che ci interessa è avviare il server Apache e MySql.

Creare un database

Avviato il MySql bisogna creare un db, niente di più facile, aprite il vostro browser preferito e nella barra degli indirizzi scrivete:

http://localhost/phpmyadmin/

Vi troverete la seguente schermata

Ora cliccate su new e inserite il nome del vostro db.

Come consiglio usate il nome del sito, in modo che quando avrete molti siti da gestire in locale siano facilmente identificabili, ovviamente quando passerete tutto online dovrete cambiare il nome nel wp-config. In alternativa potete usare il nome del db assegnatovi dal provider e usare quello aggiungendo all'inizio il nome del sito, in modo da dover cancellare solo la parte iniziale.

Cosa fare dopo?

Impostiamo la cartella

Per primo rechiamoci nella cartella htdocs all'interno di Xampp (ma vale anche per altri programmi).

Per Windows recatevi in C:\xampp\htdocs
Per Mac recatevi all'interno della cartella del programma ed entrate in htdocs
Per Linux /opt/lampp/xampp/htdocs

In questa cartella andrete a creare una sotto-cartella con il nome del vostro sito (questo è il mio consiglio) o qualsiasi nome che vogliate.

 

Quasi finito pronti....

Code Code Code

Se avete fatto tutto bene basterà scrivere nella barra degli indirizzi http://localhost/nomesito e partirà la normale istallazione del CMS scelto.

Ricordatevi che quando vi chiederanno di inserire le credenziali per collegare il database cambiano a seconda del software utilizzato. !